Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Diffusori di oli essenziali: usi e tipologie

L’utilizzo di oli essenziali in un diffusore è un modo piacevole ed efficace per provare l’aromaterapia nella tua casa. Attraverso la dispersione nell”aria, alcune gocce di olio essenziale possono fornire purificare e rendere un ambiente piacevolmente profumato. I diffusori disperdono gli olii essenziali come un vapore sottile attraverso l’aria in modo che possano essere assorbiti delicatamente nel corpo attraverso il sistema respiratorio.

Secondo l’antica pratica dell’aromaterapia, diffondere l’aroma attraverso l’aria permette agli olii essenziali di attivare i recettori dell’olfatto, inviare messaggi al cervello e influenzare le tue emozioni e il sistema nervoso. I diffusori di oli essenziali si dividono in 5 tipologie:

  • Diffusore in ceramica.Un diffusore in ceramica consente agli oli di evaporare e disperdersi nell’aria. Una goccia o due di olio essenziale possono essere collocati sulla terracotta o sul diffusore in ceramica. Questi diffusori sono adatti per l’uso personale in una piccola area, ma potrebbero non essere ideali per aree grandi o in ambienti all’aperto.

  • Diffusore a lamella. I diffusori a lamella spesso usano bastoncini in rattan, che hanno piccoli canali che permettono all’olio essenziale di fuoriuscire e profumare la stanza.

    Gli oli più leggeri (ad es. Bergamotto, pompelmo o olio essenziale di limone) tendono a diffondersi più velocemente degli oli più pesanti come il patchouli e l’olio essenziale di sandalo.

  • Diffusore elettrico. Come i diffusori in ceramica e lamella, i diffusori elettrici espongono gli olii essenziali all’aria senza bisogno di calore: le gocce dell’olio essenziale vengono aggiunte ad un tampone o all’acqua e una ventola elettrica nel diffusore soffia aria sul tampone o sull’acqua, causando la dispersione degli oli nell’aria.

  • Diffusore a candela. Questi diffusori riscaldano l’olio essenziale usando il calore di una candela per favorire la diffusione in tutta la stanza. I diffusori di calore sono un’opzione relativamente economica per rendere piacevole l’odore di uno spazio, ma non sono ottimali quando si desidera sfruttare le proprietà terapeutiche dell’olio essenziale in quanto il calore può modificarne le proprietà chimiche.

  • Nebulizzatore. I diffusori di questa tipologia rompono gli oli essenziali in minuscole molecole prima di disperderli nella stanza. Questi dispositivi hanno motori e un cilindro di vetro o una bottiglia. I nebulizzatori di oli essenziali possono essere più difficili da pulire rispetto ad altri tipi di diffusori e i contenitori in vetro possono essere costosi da sostituire in caso di rottura.

  • Diffusore a ultrasuoni. I diffusori ad ultrasuoni utilizzano frequenze elettroniche per creare vibrazioni nell’acqua che provocano una nebbia sottile di acqua e oli essenziali che vengono rilasciati nell’aria. Dal momento che si utilizza l’acqua, alcune persone li scelgono in inverno per aiutare a umidificare l’aria secca. I diffusori ultrasonici tendono ad essere meno costosi dei diffusori a nebulizzatore e più robusti.

Esiste una grande varietà di metodi per ottenere i benefici degli oli essenziali.Ogni tipologia di diffusore ha i suoi vantaggi e peculiarità (per approfondire puoi consultare: https://elisirnaturali.it/oli-essenziali/diffusori-per-oli-essenziali-i-migliori-vaporizzatori.php, una vera e propria guida ai migliori diffusori). Qualunque prodotto scegliate, cercate gli oli essenziali puri, evitando i profumi artificiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *