Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Il trapianto di capelli, una soluzione all’avanzare della calvizie

Oltre il 50% degli uomini oltre i cinquant’anni soffre di calvizie. L’alopecia androgenetica consiste in una riduzione della quantità e della qualità dei capelli che porta un individuo a diventare calvo nel corso della propria vita.

Esistono diverse soluzioni per rallentare il processo d’involuzione della calvizie, farmacologiche e non, che danno dei buoni risultati qualora il problema venga arginato dalla nascita. Meglio andare subito dal dermatologo appena ci accorgiamo che i capelli stanno diventando fini.

In caso la zona superiore del capo fosse già sfolta si può procedere con una chirurgia della calvizie meglio conosciuta come trapianto di capelli. Il trapianto di capelli consiste nel prelievo di unità follicolari (bulbi piliferi) dalla zona posteriore del cuoio capelluto e nel loro innesto nella zona superiore. In questo modo è possibile creare artificialmente l’illusione di una chioma folta con poche unità follicolari.

Esistono due tecniche chirurgiche per il trapianto di capelli, la strip e la FUE. La tecnica strip prevede il prelievo di una losanga di pelle che verrà successivamente sezionata al microscopio e le unità follicolari vengono pulite prima di essere trapiantate.

Con la tecnica FUE si procede all’estrazione della singola unità follicolare con un bisturi circolare con un diametro di circa 1mm. Questa tecnica permette di creare tantissimi prelievi che, una volta guariti, risulteranno quasi invisibili. Solitamente il prelievo conta dalle mille alle cinquemila unità follicolari per ogni intervento chirurgico.

Negli ultimi anni la tecnica FUE si è talmente evoluta da essere la più richiesta nel mercato della calvizie. Grazie alla domanda sempre crescente in alcuni paesi si è sviluppato un grandissimo mercato medico. Il trapianto di capelli in Turchia è uno degli esempi più emblematici.

Ci sono diversi canali dove una persona può informarsi. Blog, social e Forum sono i più comuni e permettono di raccogliere tutte le informazioni necessarie nel totale rispetto della privacy. Abbiamo chiesto al dott. Tayfun Oguzoglu (uno dei pionieri della tecnica FUE in Turchia) di aiutarci a comprendere come si sta sviluppando il mercato e quali sono i passi fondamentali per poterci orientare in maniera ottimale:

Il dottor Tayfun crede che si possano dividere le cliniche di trapianto di capelli in turchia in tre categorie:

  1. la prima categoria è composta dalle cliniche turche dove il chirurgo è un medico specializzato nella chirurgia della calvizie e gli interventi vengono eseguiti in ospedale. Mediamente queste cliniche sono presenti sul mercato turco da almeno cinque o dieci anni e la lista di attesa arriva fino ai sei mesi.
  2. La seconda categoria è composta dalle cliniche che investono grandissime somme di denaro nel marketing, utilizzano il nome di un chirurgo o di un ospedale e il chirurgo si limite al disegno della linea frontale.
  3. La terza categoria è composta da quelle cliniche ubicate in luoghi molto lussuosi ma che non sono degli ospedali.

Il dottor Tayfun Oguzoglu ci ricorda che è fondamentale fare ricerche approfondite prima di prenotare un trapianto di capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *