Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

I diversi tipi di smagliature e come prendersene cura

Le smagliature insorgono a causa di un cambiamento drastico del corpo, come una gravidanza o nella fase adolescenziale, quando il corpo subisce delle notevoli modifiche, anche improvvise. Esistono diversi tipi di smagliature e ci sono diversi rimedi per trattarle, una volta definita la causa che le ha provocate e la situazione della persona che dovrà sostenere la cura.

I tipi di smagliatura

Le smagliature si possono classificare in tre categorie:

  • le strie rosse, che si formano nella fase infiammatoria, ovvero quella iniziale, in cui si possono avvertire, nelle zone colpite, anche del prurito o dei lievi bruciori;

  • le strie rosa, che sono il segno che il disturbo è entrato nella prima fase cicatriziale;

  • le strie bianche, quando quest’inestetismo è entrato nella fase cicatriziale definitiva, e sono il segno che le parti colpite sono prive di melanociti, follicoli piliferi, etc.

Ovviamente i rimedi che si possono adottare contro questo inestetismo, sono diversi, non solo a seconda di quale stadio è arrivato il problema, ma anche per la loro estensione e per la loro causa. (Fonte: https://www.smagliature.eu/)

I rimedi

Quando le smagliature si trovano ancora nella fase iniziale, ovvero quando sono ancora di colore rosso, vi si può rimediare usando dei prodotti specifici per le anti-smagliature, contenenti sostanze come il retinolo e la vitamina A, preferibilmente consigliati dal proprio medico o da un dermatologo.

Come per ogni altro problema estetico, è bene prendersi cura del proprio corpo, facendo una dieta regolare, mantenendo una buona idratazione e facendo una regolare attività fisica.

Tra gli alimenti anti-smagliature, si possono includere le pesche, la frutta secca, i fagioli, i cereali integrali, le verdure a foglia verde, semi e germe di grano. Se si vuole optare per degli infusi o delle tisane, al fine di migliorare la propria idratazione, ci sono delle ottime piante officinali per combattere queste strie atrofiche, coma la coda cavallina.

Per quanto riguarda lo sport, si può scegliere un’attività come il nuoto, step, running, pilates, etc. Se non si ha la possibilità di andare in palestra, si possono comunque fare a casa degli esercizi mirati per le zone colpite.

Se le smagliature diventano rosa e infine bianche, è il segno che ormai sono nella fase cicatriziale, e quindi i consigli sopracitati possono non bastare. In questo caso, si può ricorre a dei trattamenti specifici, come il peeling chimico, il laser, la radiofrequenza, etc.

Ci si deve ricordare che, nella maggior parte dei casi, questi inestetismi non se ne vanno mai via del tutto in quanto rappresentano delle vere e proprie cicatrici sulla pelle, e, per capire quale trattamento è meglio adottare, è bene consultare il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *