Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Come usare l’olio 31 e quali vantaggi offre

Tra i rimedi naturali che vengono impiegati più di frequente, l’olio 31 è noto soprattutto per la varietà di oli essenziali puri che lo compongono: in totale sono 31, appunto. Estratti da 31 piante officinali diverse, gli oli che costituiscono questo prodotto possono variare da un brand all’altro: nella maggior parte dei casi, però, le erbe a cui si fa riferimento solo il tea tree, il mentolo, la salvia, il limone, il timo, la menta crispa, la menta piperita, la noce moscata, i chiodi di garofano, la verbena, l’aneto, l’alpinia, il ginseng, il legno di rosa, la vaniglia, la melissa, la mirra, il finocchio, la citronella, il pino silvestre, il pino pumillo, la cannella, il rosmarino, l’arancio dolce, la violetta, il benzoino, il cumino e l’aglio.

I mille usi dell’olio 31

Il sito https://isuggeriti.it/ è un valido punto di riferimento per chi ha intenzione di conoscere i molteplici usi dell’olio 31, che è raccomandato – per esempio – in caso di stitichezza o di cattiva digestione: esso, infatti, è un toccasana per il benessere intestinale e gastrico, pur venendo impiegato esternamente. Basta metterne poche gocce nell’acqua con cui ci si fa il bagno per trarne beneficio. Anche dal punto di vista della bellezza della pelle, questo cosmetico si dimostra più che apprezzabile: lo si può mescolare con la crema idratante che si è abituati a utilizzare tutti i giorni per godere delle sue proprietà purificanti e tonificanti. La lotta agli inestetismi della pelle e alle rughe può essere condotta con successo grazie all’olio 31, che per altro contribuisce anche a prevenire le irritazioni che sono causate sul volto degli uomini dalla rasatura.

I benefici più importanti

Anche per le pulizie di casa l’olio 31 si rivela un alleato di cui non si vorrà più fare a meno: lo si può diluire nell’acqua dei termosifoni oppure mescolare con i detergenti che si adoperano per pulire i sanitari e i pavimenti, così da poter contare su ambienti sempre profumati e igienizzati in modo impeccabile. Tuttavia, è soprattutto sul benessere personale che si possono notare i vantaggi più consistenti del prodotto, ideale per la cura del mal di gola e delle gengiviti ma anche per prevenire l’alitosi: basta eseguire risciacqui con acqua mescolata a poche gocce di olio per averne dimostrazione.

L’olio 31 per i capelli

L’olio 31 viene considerato un eccellente energizzante per il benessere del cuoio capelluto: il suggerimento è quello di usarlo prima dello shampoo, frizionandolo con un po’ di olio di argan. In questo modo, da un lato si contrasta la comparsa della forfora, e dall’altro lato si previene la caduta dei capelli. Ma non è tutto: l’olio contrasta la stanchezza dei piedi e delle gambe e contribuisce ad alleviare la fatica. Lo si può usare, per esempio, per un pediluvio, oppure mescolare con un po’ di olio di mandorle dolci con il quale massaggiare la pelle. Lo stesso dicasi per i dolori della zona lombare.

Quando non deve essere utilizzato l’olio 31

L’olio 31 non è consigliato per l’uso interno: in altre parole, non lo si deve ingerire, per le conseguenze che potrebbero derivare dalla concentrazione molto elevata. Inoltre, l’olio non dovrebbe essere applicato sulla pelle quando è ferita o lesionata. Per essere certi di non andare incontro a effetti collaterali o controindicazioni, vale sempre la pena di distribuirne poche gocce su una piccola porzione di epidermide, così da verificare e scongiurare ogni possibile reazione allergica. In qualunque caso, il prodotto deve essere maneggiato con la massima cura ed è opportuno evitare che entri a contatto con gli occhi: il fastidio che ne deriverebbe sarebbe molto forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *